febbraio 17, 2019 Blog Nessun commento

Assieme alle ossa di mia madre

le mie ossa riposeranno, per lungo tempo.

Strette.

Nell’abbraccio di colei che volle tenermi con sè.

Il suo amore per me andò oltre.

Andò contro.

Contro il volere di mio padre.

che voleva abbandonarmi

ancora in fasce, inerme e vulnerabile.

Ora, siamo morti.

E vicino alle spoglie materne

ritrovo Unione, Serenità e Sicurezza.

Che in Vita non ho avuto

Che ho pianto

Che ho bramato

Circondato dall’amore dei miei discendenti.

Ora torno.

Torno alle origini

La strada si rivela.

Man mano.

Mi porta a ritroso ed in avanti.

Verso nuove terre.

Verso antenati inaspettati.

Verso lunghi viaggi.

Alla ricerca di un luogo

Dove essere

Dove fiorire.

 

Alessandro Fauno Spadotto

 

Photo credits: candymapi.tumblr.com

Written by fauno85